Stagioni

DiMike*01

Stagioni

Stagioni

Ed ecco che dal bozzolo dischiuso,
ato e dolcemente buffo.
I sensi tesi ad esplorare il mondo che plaude,
mentre si affievolisce l’eco dei lamenti.

Di lì a poco
muovi i primi passi all’ombra dello sguardo fiero
del mondo che sorride e plaude,
prefigurando il futuro maratoneta.

Da bruco a farfalla
e le tue ali si tingono dei colori dell’arcobaleno.
E sulle note della giovinezza,
t’involi leggero di fiore in fiore
succhiando nettare ed effimero.

E, quando pago del danzare,
posi lo sguardo altero sull’unico fiore
che occhieggia al sole
e le tue ali affondano nei petali  suoi
per regalarti nuova gioia,
il mondo ancora plaude.

E le stagioni sfilano implacabili,
narrando di giorni lieti e di affanni,
di sfide contro il tempo,
sorrette dal vigore delle membra.

Ma quando l’autunno traccia scie d’argento nei  capelli
e si spegne l’eco degli applausi,
ti soffermi ad accarezzare l’album dei ricordi
ed a sfogliare uno ad uno i sogni nel cassetto,
credendoti incapace di volare.
E la nostalgia del vivere ti assale.

Poi, un sussulto scuote il tuo animo
e squarcia il velo della miopia e della paura
ed ai tuoi occhi si svela la verità del vivere:
solo la consapevolezza dell’esistere dà vita ai sogni.

Emilia MICHINI

Info sull'autore

Mike*01 administrator

Per pubblicare un commento, devi accedere